Ricerca

Utenti online

1 user(s) are online (1 user(s) are browsing Publisher)

Members: 0
Guests: 1

more...
Publisher >
  • Recensioni > Musica e Film
  • Recensione film: La Cuccagna
  • Recensione film: La Cuccagna

    Tenco grande attore nel ruolo del contestatore pre-sessantottino

    Published by darkglobe on 01-Feb-2018 17:30 (999 reads)

    Il garbato ed amaro sorriso di Salce coglie i primi segnali di ciò che avrebbe trasformato la disperazione giovanile nei sussulti del '68. Giuliano (Luigi Tenco), è un contestatore che si trova fuori posto nell'Italia del "boom economico" e che professa il suo anticapitalismo ed antimilitarismo, temi assai scottanti nei primi anni 60 in cui il film fu girato. Rossella (Donatella Turri) è una bella ragazza che cerca ostinatamente occupazione ed indipendenza ma affronta continui ostacoli fatti di maschilisti e molestatori, truffatori e strambi visionari; nella sua ricerca è oltretutto scarsamente sostenuta dalla propria famiglia borghese e benpensante, rintontita dalla televisione.
    Rossella troverà il suo compagno proprio in quel contestatore fino ad allora incapace di dichiarare il suo amore per lei.
    Sembra un filmetto, ma dietro c'è uno sguardo attento e raffinato verso una generazione che avrebbe rivendicato il proprio diritto ad esserci.
    Tenco canta "La ballata dell'eroe" scritta da De André, oltre a "Tra tanta gente" e "Quello che conta", scritte da Salce e musicate da Morricone. Cameo di Tognazzi nel ruolo di un automobilista e dello stesso Salce travestito da improbabile comandante dell'esercito.

    Ottima qualità audio e video del DVD, corredato anche di una lunga intervista ad Emanuele Salce (figlio del regista) e al critico Andrea Pergolari. Presente anche un prezioso booklet curato da Bruno Di Marino.

    Prodotto per certi versi imperdibile, dato che fino a poco tempo fa il film risultava introvabile, notevole il merito della Rarovideo per averci restituito questo piccolo ma grande film.


    Navigate through the articles
    Previous article Recensione film: Kiss me Recensione Film: Sonita Next article
    The comments are owned by the author. We aren't responsible for their content.