Ricerca

Utenti online

1 user(s) are online (1 user(s) are browsing Publisher)

Members: 0
Guests: 1

more...
Publisher >
  • Recensioni > Audio
  • Recensione Speaker Bluetooth Monstercube Color-CLub
  • Recensione Speaker Bluetooth Monstercube Color-CLub

    Il colore del suono

    Published by darkglobe on 30-May-2018 14:10 (228 reads)

    La Monstercube è l'unica casa di diffusori Bluetooth che mi ha fatto cambiare idea su questo genere di altoparlanti.
    Dati i miei trascorsi di audiofilo nutrivo infatti sempre gran diffidenza per questo tipo di periferiche ma alla fine ho dovuto ricredermi, perchè prodotti come quelli qui recensiti riescono ad ottenere da uno spazio tutto sommato ridotto un suono eccellente se paragonato a quello di altri diffusori della stessa categoria: pur con una certa tendenza ad enfatizzare le basse frequenze il suono è gradevole e la distorsione audio significativa non è udibile anche alzando il volume ed infine il suono è inaspettatamente potente, tenuto conto che è emesso da due altoparlanti stereofonici ciascuno da 3W.
    A queste caratteristiche audio di tutto rilievo si associa poi una estetica riuscitissima e giovanile: ho preso due modelli di cui uno con la griglia bianca sui lati su sfondo arancione e la superficie superiore a bolle bianche su sfondo rora-arancio e l'altro a tema blu con suggestiva variazione di intensità tra griglia e sfondo.
    Il peso è assolutamente minimo, parliamo di circa 200 grammi; le dimensioni sono pari a 12x6x5cm
    Il diffusore arriva in una scatola di cartone dall'aspetto lussuoso, fatto che dà subito all'occhio.
    All'interno della confezione troviamo, oltre al diffusore, un cavetto USB-microUSB per la carica dell'apparecchio, un cavetto audio con doppio attacco jack per pilotare eventualmente il diffusore via cavo ed un piccolo esaustivo manualetto in inglese.
    L'estetica, come scrivevamo, è assai gradevole e sul lato superiore vi sono alcuni comandi touch a pressione per regolare volume, skip dei brani, pausa e risposta telefonica.
    Il diffusore è pilotabile o via bluetooth (ver 2.1) o tramite cavetto audio jack o ancora può leggere brani musicali tramite un lettore di microSD posto in prossimità del tasto di accensione. La portata del collegamento senza fili è di circa 10 metri.
    Attivato l'altoparlante con la levetta sul retro si viene avvertiti dell'attesa di un collegamento e col proprio cellulare basta individuare la periferica ed associarla (l'apparecchio viene identificato come CC-BC-BT o EGO-500): avvenuta la connessione si illumina e lampeggia un tondino superiore. Il test di aggancio è stato effettuato senza problemi di sorta sia con un Lumia 1020 (Windows Phone 8.1) che con un Alcatel Flash 03 (Android 6).

    Una volta connessi alla sorgente audio in modalità di riproduzione, mantenendo premuti i tasti + e - si regola il volume (in maniera indipendente dalla sorgente), mentre premendo una sola volta gli analoghi tasti si va in avanti o indietro nella scelta dei brani. Il tasto del telefono, se premuto, comanda la pausa o il ripristino del brano in ascolto.
    Da sottolineare che, nel collegamento con cavetto audio, la pausa ha ovviamente un semplice effetto "mute" mente i brani continuano a scorrere ed il salto brano non ha alcuna efficacia.
    L'apparecchio, come scrivevamo, dispone anche di un ingresso microSD, con il quale è possibile l'ascolto di brani in MP3 registrati sulla schedina; i comandi in questo caso sono identici per funzionalità a quelli del collegamento Bluetooth..

    Il Monstercube può fungere anche da altoparlante/microfono per una piccola audioconferenza, buono appare l'audio per chi ascolta, ma non bisogna allontanarsi troppo dallo stesso. Quando si riceve la chiamata la voce femminile dell'altoparlante annuncia il numero telefonico in ingresso, fatto piuttosto simpatico.

    La durata stimata dell'apparecchio, prima che sia necessaria una ricarica, è pari a circa 10 ore ed il Monstercube risulta dotato di una batteria interna al litio da 1200mAh. Il tempo di ricarica indicato dal costruttore è pari a circa 6 ore, segno che l'amperaggio in ingresso è assai limitato.

    Chi vuole un piccolo diffusore facile da usare, allegro nell'estetica, dal suono potente e comodo da trasportare deve a mio avviso prendere seriamente in considerazione questo diffusore. Credo che per un adolescente (ma non solo) possa rappresentare un oggetto graditissimo, dunque questo tipo di apparecchi rappresenta il classico oggetto che semplifica la vita quando si è in dubbio su cosa regalare: l'estetica e le funzionalità faranno la loro parte contribuendo ad una gradita sorpresa.


    Navigate through the articles
    Previous article Recensione Speaker Bose Revolve+
    The comments are owned by the author. We aren't responsible for their content.