Ricerca

Utenti online

2 user(s) are online (2 user(s) are browsing Publisher)

Members: 0
Guests: 2

more...
Publisher >
  • Recensioni > Informatica
  • Recensione MicroSD SanDisk Extreme Pro serie V30 tipologia A1
  • Recensione MicroSD SanDisk Extreme Pro serie V30 tipologia A1

    Quale micro SD comprare? Ecco la migliore microSD UHS-I

    Published by darkglobe on 23-Dec-2017 23:40 (1884 reads)

    MicroSD SanDisk Extreme Pro serie V30, con capienza da 32GB e certificazione A1 che di diritto oggi rappresenta la miglior tipologia di microSD UHS-I oggi in commercio.
    Si tratta di una memoria dalle prestazioni eccellenti che può essere inserita con successo in macchine fotografiche fino a 40 megapixels con scatto a raffica di circa 2-3 foto al secondo in formato RAW (nel caso dei 40mpx) e videocamere 4K con fps prossimi ai 100 (i valori indicati sono cautelativi). Inoltre può essere usata senza problemi come espansione della memoria interna di tutti gli smartphone Android dalla 6.0 in poi.

    CARATTERISTICHE TECNICHE
    Questa microSD SanDisk è una UHS-I U3 con Video Speed Class V30 ed A1, tutte certificazioni sulla velocità in lettura/scrittura della scheda:

    • Il bus UHS-I garantisce velocità di bus (canale di trasmissione dei dati) minima pari a 50 Mbyte/s fino ai 104Mbyte/sec (ho provato varie UHS-I e posso confermare che questi valori sono assolutamente realistici)
    • La speed class U3 per le UHS-I garantisce una performance minima di velocità di scrittura dati sulla SD pari a 30Mbyte/s, valore adatto dunque per il filmati video ad alta risoluzione di tipo 4K
    • La Video Speed Class fa riferimento alla classe di appartenenza della scheda per quel che riguarda gli standard video: una Class 30 (V30) si riferisce ad una velocità minima in scrittura di 30 Mbyte/s ovvero a file video 4K oltre i 60fps (i filmati 2K sono ampiamente coperti da questa categoria).


    Infine la certificazione A1 attesta che tale scheda può espandere la memoria base degli smartphone e ci si può dunque installare sopra applicativi binari in quanto si prevede in limitato degrado delle prestazioni nel tempo.

    La capacità è da 32GB, sufficiente per decine di Applicazioni, qualche centinaio di foto ad alta risoluzione o per filmati 2K/4K di non oltre 1 ora.

    LA PROVA
    La SanDisk, è stata messa alla prova tramite un PC con processore I7 su Windows 10 x64 utilizzando i test di CristalMark 5.1.2, leggendo la schedina con un lettore Kingston UHS-II, attestato ad una USB 3.0.
    I risultati, illustrati nelle immagini allegate, confermano le eccellenti specifiche dichiarate.
    Stiamo parlando di una velocità che in scrittura sequenziale si attesta sugli 83MB/sec ed in lettura va oltre i 95MB/sec, dati questi eccellenti.
    Ottimi anche i valori sulla lettura randomica di file di piccole dimensioni, buoni ma inferiori anche quelli in scrittura.

    La scheda arriva preformattata in FAT32, quindi non può contenere file di dimensioni superiori ai 4GB, per cui andrebbe riformattata almeno in exFAT, a meno che non debba essere inserita in uno smartphone, nel qual caso sarà l'apparecchio a preedisporre la giusta inizializzazione.

    DOVE USARLA
    Smartphone di ultimissima generazione con fotocamere da 20Mpx ed oltre e filmati 2K/4K; videocamere ultra HD (2K/4K a 60fps massimi); registratori audio ad alta definizione PCM e DSD. Solo con schede di questo tipo è possibile effettuare registrazioni audio/video perfette senza drop e dunque prive di dannose perdite di frame. Inoltre, data la certificazione A1, va bene come scrivevamo anche per espandere virtuialmente la memoria base di smartphone Android dalla 6.0 in poi, visto che tali sistemi vedono la microSD come una espansione virtuale della memoria intrena. Per i fimati 4K consiglio in ogni caso un taglio superiore da almeno 64GB.

    UHS-I o UHS-II
    Ricordo che il bus UHS-I, caratteristico di questa scheda, rappresenta l'ampiezza del canale di trasmissione dei dati e che su questa tecnologia questa schedina rappresenta probabilmente il massimo ottenibile.
    Oggi esistono microSD UHS-II, anche SanDisk, che consentirebbero un flusso dati ancora più veloce, sebbene la velocità in scrittura al momento non superi i 100MB/s, ma a fronte di prezzi esorbitanti e prestazioni che lasciano dunque spesso l'amaro in bocca.
    Inoltre c'è l'aspetto di compatibilità degli apparecchi: già quella con UHS-I è per certi versi non sempre garantita, per le UHS-II si tratta quasi esclusivamente di attrezzature di fascia professionale. Per concludere considero al momento soldi buttati l'acquisto di una microSD UHS-II, soprattutto quando il confronto è con microSD UHS-I come questa in esame che offre prestazioni al limite superiore della propria categoria. Diverso sarebbe il discorso per le SD standard, ma staremmo parlando di un'altra tipologia di prodotti.

    CONCLUSIONI
    Il prezzo di questa SanDisk Extreme Pro è in conclusione assolutamente allineato alla qualità offerta.


    Navigate through the articles
    Previous article Recensione HP OMEN 880-012nl Recensione Mouse Razer Basilisk Next article
    The comments are owned by the author. We aren't responsible for their content.